Pastorale Familiare - Parrocchia San Giovanni - Avezzano AQ

Vai ai contenuti

Menu principale:

Pastorale Familiare

evangelizzazione



Il dono sacramentale del matrimonio abilita gli sposi cristiani a trasformare in una vera e propria “chiesa”, anche se limitata all’ambito domestico, l’insieme delle persone che il magistero chiama la “comunità familiare”.
“La comunione dei coniugi dà inizio alla comunità familiare” (Lettera alle famiglie 7). Attorno alla comunione d’amore di una coppia di coniugi, infatti, per naturale disposizione ruotano non solo i figli, ma anche i parenti, gli amici, i colleghi di lavoro ed i vicini di casa.

IL GRUPPO "TOBIA E SARA"
Nella nostra parrocchia è nato un gruppo di famiglie che si riunisce periodicamente. I temi degli incontri di questo anno sono ispirati alla 1Cor 13.

COMUNITÀ FAMILIARI DI EVANGELIZZAZIONE

La CFE è, dunque, composta da 14-15 persone al massimo, di differenti stati di vita (sposati, separati, divorziati, singoli, consacrati, ecc.) e di diverse età.
Si riunisce settimanalmente nella casa della coppia di sposi che ne costituisce il punto di riferimento. Insieme costituiscono “la chiesa che si riunisce nella loro casa”(Rm 16,5) per lodare il Signore, ascoltare la sua Parola e vivere   rapporti di fraternità e di amicizia, ma soprattutto per evangelizzare.
Lo scopo della CFE è, attraverso l’opera evangelizzatrice di ciascuno dei  membri che la compongono, accogliere continuamente nuovi fratelli che sono arrivati finalmente a sperimentare nella loro vita l’immenso amore del Signore. Pertanto una CFE è destinata costantemente, come la famiglia, a   generare delle CFE-figlie con il crescere dei suoi membri.
Il sistema delle CFE non è un nuovo metodo aggregativo, bensì si tratta di una “articolazione pastorale” della parrocchia che vuol mettere in risalto la rete relazionale umana presente nel territorio e la soggettività sacramentale della famiglia.

LA VIGNA DI RACHELE

C'è una bellissima novità che vi invitiamo a far conoscere agli amici e familiari che potrebbero averne bisogno:
E' arrivato in Italia un apostolato nato negli Stati Uniti e ormai presente in più di 20 Paesi del mondo, che offre un percorso di riconciliazione e di guarigione spirituale a coloro che hanno avuto l'esperienza dell'aborto volontario. Quest'apostolato, fondato da una psicoterapeuta cattolica, si chiama La Vigna di Rachele. Opera in piena comunione con la Chiesa universale per aiutare le nostre sorelle e i loro cari a ritrovare speranza e a riavvicinarsi alla Chiesa dopo quest'esperienza lacerante.
Nel mese di Luglio, a BOLOGNA, verranno offerti due ritiri spirituali della Vigna di Rachele. Se conoscete qualcuno che soffre dopo l'esperienza dell'aborto, e che cerca la pace anche molti anni dopo, vi preghiamo di farle conoscere La Vigna di Rachele.  Si può scegliere tra 8/10 Luglio e 22/24 Luglio.
Il weekend è guidato da un'equipe che comprende la presenza di un sacerdote e di una psicologa cattolica. Offre meditazioni con le Scritture, discussioni, la celebrazione dei Sacramenti ed una Funzione Commemorativa.
Non solo donne, ma anche uomini, coppie e parenti sono benvenuti.
Per ulteriori informazioni siete invitati a rivolgervi al sito internet: www.vignadirachele.org oppure chiamare la coordinatrice nazionale al numero che troverete nella Locandina in bacheca. Ogni richiesta d'informazione verrà trattata con il massimo rispetto per la privacy personale.
Come dice San Paolo, siamo tutti chiamati ad essere ambasciatori della riconciliazione, quindi vi esortiamo: Fate arrivare questa, parola di speranza alle nostre sorelle e ai nostri fratelli che portano la ferita nascosta dell'aborto, una ferita che il Buon Gesù desidera, e può, guarire.


aggiornato al 30 marzo 2017
Torna ai contenuti | Torna al menu